Mauro Ticca commenta la crescita del cargo aereo soppesando pro e contro del settore in Italia

L’esperto di settore Mauro Ticca dettaglia i punti di forza e quelli di debolezza del comparto relativo al cargo aereo, settore con forti possibilità di espansione e miglioramento.

Mauro Ticca

Il cargo aereo in Italia negli ultimi dieci anni secondo Mauro Ticca

Mauro Ticca è attivo da decenni nei settori legati alla logistica e ai trasporti. Esperto nella direzione, controllo e coordinamento di unità operative complesse nei comparti del trasporto merci e dell’handling aeroportuale, ha spesso avuto a che fare con i topic relativi al cargo e alle dinamiche nel contesto nazionale. Da sempre considerato secondario per lo sviluppo dell’industria italiana, il comparto del cargo aereo è calato di circa il 25% durante la crisi economica del 2008 – 2009. Anche se oggi il trend può sembrare nuovamente in crescita, secondo Mauro Ticca vi è ampio spazio di manovra per rendere il settore più concorrenziale, soprattutto a livello italiano. Il trasporto via cargo è preferibile per lo spostamento di merci a breve scadenza: non solo alimenti come pesce, frutta e verdura, ma anche per esempio piante e fiori. Il cargo aereo rappresenta una valida opzione che garantisce l’arrivo della merce nel tempo necessario presso la clientela finale. Il medesimo criterio è estendibile ai prodotti high tech, in continua e rapida evoluzione, come notebook e smartphone.

I consigli di Mauro Ticca per un cargo aereo efficiente e competitivo

Mauro Ticca elenca poi i numerosi vantaggi offerti dal cargo aereo. Tra questi sono da menzionare, oltre alla rapidità del tempo di consegna, anche la sicurezza del viaggio e il valore aggiunto della merce, che è generalmente molto elevato. A sfavore, invece, bisogna puntualizzare che si tratta del mezzo di trasporto più oneroso sia dal punto di vista economico che da quello della sostenibilità. Per essere compliant con le policy di tutela dell’ambiente, è necessario dotarsi di velivoli tecnologicamente avanzati, con consumi ridotti e di conseguenza più green. Un ulteriore vantaggio conseguente l’impiego di aerei più tecnologici è il risparmio economico: un velivolo con più anzianita di servizio infatti comporta anche costi di esercizio più significativi. Da ciò deriva il rischio di un minore potere concorrenziale. Così come Mauro Ticca, anche altri esperti del comparto si sono trovati a pensare al futuro del cargo aereo in Italia. In generale, tutti concordano sul fatto che rimangono alcune lacune, soprattutto a livello di infrastrutture e di competitività in Europa, ma che ci sono anche ampi margini di miglioramento e ottime possibilità di sviluppo.

Annunci