Prima Trimestrale Enel del 2018: le considerazioni dell’AD Francesco Starace

L’AD di Enel Francesco Starace sulla performance di Enel nei primi tre mesi dell’anno: “Il Gruppo Enel ha ottenuto risultati eccellenti, con un incremento a due cifre nel risultato netto, per effetto soprattutto di rinnovabili e reti, aree chiave per la crescita industriale”

Francesco Starace

Francesco Starace: Enel in crescita nel primo trimestre 2018

Enel chiude il primo trimestre 2018 con numeri che l’AD Francesco Starace ha definito “eccellenti”: un risultato netto a 1.169 milioni di euro (+18,9% rispetto allo stesso periodo nel 2017), utile netto ordinario a 1.041 milioni di euro (+10,4%) ed Ebitda a 4,037 miliardi, in crescita del +3,1% anche per effetto della crescita nelle rinnovabili e nella distribuzione. Pressoché stabile l’Ebit (2.538 milioni di euro, +0,5%) mentre l’indebitamento finanziario netto cresce di 1,2% rispetto alla fine dello scorso anno, a causa del pagamento dell’acconto sul dividendo relativo all’esercizio 2017 e degli investimenti del periodo che, come spiega il gruppo guidato da Francesco Starace in una nota, hanno ampiamente compensato i flussi di cassa della gestione operativa. Si rileva infine una lieve flessione nei ricavi: in calo del 2,2% sul primo trimestre 2017, al 31 marzo 2018 si attestano intorno ai 18.946 milioni di euro.

Enel: Francesco Starace sui risultati della trimestrale

Non nasconde entusiasmo Francesco Starace nel commentare la performance di Enel nel primo trimestre del 2018: in particolare l’AD fa notare “l’incremento a due cifre nel risultato netto”, ottenuto “per effetto soprattutto di rinnovabili e reti, due aree chiave per la crescita industriale, in linea con il Piano Strategico”. Non solo: “Nel trimestre ci siamo impegnati per migliorare ulteriormente l’efficienza operativa, riuscendo a mantenere invariati i costi per la generazione di cassa in termini nominali e a ridurre del 2,6% le spese operative”. Francesco Starace parla anche di un altro importante traguardo raggiunto durante i primi tre mesi dell’anno: nell’ambito dell’operazione di semplificazione di gruppo è stata completata con successo la riorganizzazione delle attività in Cile. “Ora possiamo contare su di una struttura societaria più lineare lungo l’intera catena del valore: dalla generazione rinnovabile e convenzionale alla distribuzione, fino al retail” ha spiegato l’AD, aggiungendo che “i risultati raggiunti permettono di confermare i target finanziari per il 2018”.

 

Annunci