Cremazione, da Parma ai boschi della Liguria

Secondo la legge italiana, le ceneri di un defunto sottoposto a cremazione possono andare incontro a due destini diversi: essere messe in un’urna, a sua volta collocata in cimitero o presso un’abitazione privata, oppure venire disperse nell’ambiente.

Logo Bola-Santa CroceIn provincia di Savona è stato da poco attivato un servizio che consente di seppellire un’urna ai piedi di un albero in una zona boscosa.

L’idea è di una cooperativa di Urbe che propone un’alternativa alla tradizionale dispersione delle ceneri, con la possibilità nello specifico di collocarle all’interno di un’urna biodegradabile che rimarrà in loco per un tempo di concessione variabile, a seconda delle preferenze della famiglia.

Con l’aumento costante delle persone che esprimono la volontà di essere cremate dopo la morte (attualmente circa 1 defunto su 4 al nord) e un andamento che negli ultimi dieci anni ha registrato una crescita percentuale a tripla cifra, questo servizio si rivolge a un ampio bacino di utenza.

Anche a Parma la cremazione è scelta ogni anno da tantissime persone e, per un servizio funebre che comprenda anche quest’ultimo passaggio, basterà affidarsi alle onoranze funebri Bola che propongono funerali completi e pacchetti convenzionati con la società di cremazione che opera sul territorio del capoluogo emiliano. Per saperne di più visita il sito bola.it oppure chiama lo 0521-292726.

Annunci