Le soluzioni DataCore ora soddisfano anche i severi requisiti della configurazione VMware vSphere Metro Storage Cluster

La disponibilità continua è garantita nelle configurazioni “allungate” anche su distanze metropolitane unendo i cluster HA di VMware con le soluzioni di storage di DataCore

MetroCluster_PICFORT LAUDERDALE, Fla., 12 maggio 2017 DataCore, azienda leader nella fornitura di soluzioni di Software-Defined Storage e Infrastruttura Iper-convergente basate sulla tecnologia Adaptive Parallel I/O, ha annunciato che i suoi prodotti SANsymphony™ Software-Defined Storage e DataCore™ Hyper-converged Virtual SAN sono stati verificati come configurazioni compatibili con VMware vSphere Metro Storage Cluster. Una configurazione VMware vSphere Metro Storage Cluster (vMSC) è una soluzione certificata vSphere che unisce la replica con il clustering basato su batterie di storage. Queste configurazioni, definite comunemente come cluster di storage “allungati” o cluster di storage metropolitani, sono tipicamente adottate in ambienti dove evitare disaster recovery e downtime è requisito indispensabile.

La migliore strategia per garantire uptime senza interruzioni comincia con l’esecuzione del mirroring di copie identiche dei dati tra due luoghi diversi, idealmente a una certa distanza l’uno dall’altro. La semplice divisione in cluster dei server non è sufficiente a offrire adeguata protezione, in particolare se le batterie di storage condiviso su cui si basano sono vulnerabili in caso di problema che coinvolga l’intero sito. L’architettura vMSC permette ai sottosistemi di “allungare” lo storage e la rete fino a coprire due siti.

Una soluzione ancora migliore incorpora i cluster a elevata disponibilità di vSphere con i prodotti SANsymphony Software-Defined Storage o DataCore Hyper-converged Virtual SAN. SANsymphony è particolarmente adatto quando i server vSphere dipendono da una SAN esterna e i cluster vi accedono via iSCSI o Fibre Channel. Quando invece si sfrutta una configurazione iper-convergente mantenendo lo storage fisico all’interno dei server, DataCore Hyper-converged Virtual SAN è la soluzione ideale. Maggiori dettagli sono disponibili qui: DataCore Metro Storage. https://kb.vmware.com/selfservice/microsites/search.do?language=en_US&cmd=displayKC&externalId=2149740

Hannover Hospital: i benefici di DataCore e VMware vSphere Metro Storage Cluster

Il principale beneficio registrato dall’Hannover Hospital dopo avere adottato DataCore è stata una reale elevata disponibilità, grazie ai dischi virtuali sincronizzati automaticamente che sono protetti da mirroring e presentati alle varie applicazioni che coprono i nostri due data center del campus,” ha detto Douglas Null, Head of IT Infrastructure dell’Hannover Hospital. “I due data center condividono carichi di lavoro critici, ma dispongono di separazione fisica dello storage e dei nodi di calcolo in caso di problemi localizzati a un singolo data center. DataCore SANsymphony è la nostra unica soluzione di storage e ci offre funzionalità di failover e failback ‘no touch’: si tratta di un processo completamente automatico. Soluzioni di altri vendor prevedevano la replica attiva/passiva, avevano bisogno di intervento umano o di script o richiedevano altri prodotti specifici o particolari configurazioni per riportare il sito da passivo ad attivo.”

La soluzione a elevata disponibilità di livello enterprise di DataCore è progettata per evitare che malfunzionamenti degli apparati o del sito interrompano l’accesso al flusso delle informazioni critiche. Inserendo i prodotti SANsymphony e DataCore Hyper-converged Virtual SAN in una configurazione a cluster “allungato” si consente alle macchine virtuali VMware di mantenere accesso continuo allo storage primario. I prodotti DataCore offrono servizi di storage completi e universali che aumentano le funzionalità dei dispositivi gestiti dai software SANsymphony e DataCore Hyper-converged Virtual SAN. Il software gira su server x86 dedicati con SANsymphony o come macchina virtuale (VM) sull’hypervisor ospite con il software DataCore Hyper-converged Virtual SAN.

Se si perde l’accesso ai dati, crolla tutto,” ha dichiarato Augie Gonzalez, Director of Product Marketing di DataCore. “Problemi causati dall’acqua, dal fuoco, da errori progettuali o tecnici si verificano ciclicamente. In una ricerca indipendente, i clienti DataCore hanno segnalato di essere riusciti a prevenire il 100% dei downtime legati allo storage, sia pianificati sia imprevisti, e di avere ridotto fino al 75% i costi di storage necessari a raggiungere i livelli di continuità operativa pianificati.”

Il software DataCore esegue costantemente il mirroring dei dati ad alta velocità tra luoghi separati geograficamente con failover “zero downtime e zero touch”, pensato per massimizzare la continuità operativa. DataCore mantiene copie active/active sincronizzate anche quando vengono utilizzate diverse tipologie di storage ai due estremi. I cluster allungati/metropolitani percepiscono le copie speculari e indipendenti realizzate con il mirroring come singoli set di dati, raggiungibili contemporaneamente da entrambi i siti attraverso percorsi ridondati.

Quando un problema impedisce alle applicazioni di raggiungere i dati di una location, viene attivato istantaneamente e automaticamente il failover verso la copia speculare, senza alcuna interruzione o intervento umano o di uno script. Allo stesso modo, il sistema automatico integrato si occupa di eseguire la risincronizzazione e del failback alla normale operatività dopo che il problema che ha causato l’interruzione è stato risolto. La soluzione completa porta un approccio comune e integrato alla disponibilità continua su una gran varietà di applicazioni, sistemi operativi, hypervisor e hardware di storage attuali e futuri.

Informazioni su DataCore

DataCore è un’azienda leader nella fornitura di soluzioni di Software-Defined Storage e di infrastruttura iper-convergente basate sulla tecnologia Adaptive Parallel I/O, che offrono prestazioni più elevate, maggiore produttività con i carichi di lavoro applicativi e risparmi sui costi. DataCore sfrutta i progressi del multi-core e la convenienza delle piattaforme server x86 pre-configurate per superare il principale problema del settore IT: il collo di bottiglia nell’I/O. Grazie a DataCore, i clienti si avvantaggiano di tempi di risposta delle applicazioni più rapidi e di costi più bassi, sfruttando completamente tutte le risorse di calcolo per moltiplicare la produttività. SANsymphony™, prodotto di software-defined storage, riunisce in pool tutto lo storage, anche in presenza di differenze e incompatibilità tra i vari marchi, modelli e generazioni di sistemi. Per automatizzare la gestione e semplificare l’infrastruttura, il software può estendersi a luoghi e dispositivi diversi, portando sotto il suo controllo un set comune di servizi dati utilizzabile in tutta l’impresa. Il software DataCore Hyper-converged Virtual SAN offre analoghi servizi utilizzando lo storage interno o direttamente collegato distribuito tra i server fisici o virtuali di un cluster.

L’azienda è a capitale privato sin dalla sua fondazione, nel 1998, e oggi è presente con installazioni in oltre 10.000 siti di tutto il mondo. Le soluzioni DataCore sono disponibili anche come appliance pronte all’uso offerte da produttori hardware come Lenovo. Maggiori informazioni sono disponibili all’indirizzo http://www.datacore.com.

DataCore, il logo DataCore e SANsymphony sono marchi o marchi registrati di DataCore Software Corporation. Altri prodotti, nomi di servizi o loghi DataCore citati in questo documento sono marchi registrati di DataCore Software Corporation. Tutti gli altri prodotti, servizi e nomi di aziende citati in questo documento possono essere marchi registrati dei rispettivi proprietari.

 

Ufficio Stampa Italia

Cynthia Carta Adv.      Tel 0361844125 – Mob. 3385909592

Mail: cyncarta@cynthiacartaadv.it     www.cynthiacartaadv.it

 

Annunci