I tablet medicali per strutture sanitarie

Non se la passano particolarmente bene, di questi tempi, i produttori di tablet: dopo il boom di qualche tempo fa, in cui si registravano da un anno all’altro anche crescite a doppia cifra nelle vendite, oggi il mercato è in netta fase di declino, perlomeno per quanto riguarda i prodotti per l’entertainment e l’uso privato.

Tablet medicale MioCARE(TM)Secondo gli ultimi dati a cura del portale Statista, nel primo trimestre 2017 le vendite di tablet su scala globale sono calate di 40 milioni di unità. Inoltre si assiste a un cambiamento nelle preferenze dei consumatori: mentre in passato venivano preferiti i dispositivi “puri”, oggi sono sempre più richiesti i tablet convertibili 2 in 1 dotati di tastiera.

Ben diversa è invece la situazione dei tablet per uso medicale, dispositivi che pur assomigliando a quelli per l’uso domestico presentano caratteristiche a sé stanti e sono progettati appositamente per un impiego a livello ospedaliero e ambulatoriale.

Questi device sono creati nell’ottica di fornire al personale sanitario strumenti maneggevoli e intuitivi da usare, che permettano di gestire al meglio le informazioni relative ai pazienti e alle attività mediche e infermieristiche; un requisito essenziale è inoltre l’igienicità, ovvero la capacità di pulire e sanificare perfettamente ogni parte del tablet medicale così da evitare l’insediamento di batteri o virus potenzialmente pericolosi.

 

Annunci