La cucina tradizionale emiliana, vero tripudio di bontà

L’alimentazione rappresenta una parte fondamentale della nostra esistenza quotidiana, e non solo – ovviamente – perché sono i cibi e le bevande che ci mantengono in vita. Gli appassionati dei numeri ci diranno che mediamente un individuo di 80 anni ha trascorso nella sua vita quattro anni a cucinare e sei e mezzo seduto a tavola; le grandi menti che ci hanno preceduti invece hanno coniato aforismi di ogni sorta sul mangiar bene.

Ad esempio il politico e gastronomo francese Anthelme Brillat-Savarin enunciò “Dimmi quel che mangi e ti dirò chi sei”, mentre il suo connazionale Charles Pierre Monselet ci invita ancor oggi a riflettere: “Le ore più belle della nostra vita sono tutte collegate, con un legame più o meno tangibile, a un qualche ricordo della tavola”.

Logo Clinica Gastronomica Arnaldo

Insomma la buona tavola è sinonimo di qualità della vita, piacere di stare insieme, appagamento e, perché no, anche felicità. Tutti benefici garantiti alla Clinica Gastronomica Arnaldo, ristorante che per i buongustai locali è un sancta sanctorum della cucina tradizionale emiliana.

Tutti i piatti e i menu della Clinica Gastronomica Arnaldo lasciano un segno indelebile nella memoria, poiché gustosi e preparati con materie prime selezionate; il ristorante, ubicato nella cittadina di Rubiera (RE) equidistante da Modena e Reggio Emilia, trova nella conduzione familiare uno dei suoi principali di forza nonché la garanzia di ricette e sapienze originali tramandate di generazione in generazione.

 

Annunci