Hewlett Packard Enterprise svela le innovazioni 3PAR Flash Storage più significative mai presentate

logo-hpeLa nuova generazione di 3PAR OS getta le basi dell’hybrid IT mentre i sistemi all-flash diventano il “nuovo standard”

PALO ALTO, CA, 17 febbraio 2017 – Hewlett Packard Enterprise (HPE) ha annunciato la più importante serie di innovazioni mai apportate sinora allo storage 3PAR, inclusa la nuova generazione del sistema operativo HPE 3PAR OS progettata per creare le basi per l’hybrid IT del futuro.

  • Novità: 3PAR Adaptive Data Reduction (ADR) – Un set completo di tecnologie di efficientamento del dato per una riduzione dei costi ed un TCO migliore.
  • Gli aggiornamenti di 3PAR Peer Persistence riducono i rischi permettendo di implementare il disaster recovery su distanze maggiori.
  • La gestione delle copie off-premise con HPE Recovery Manager Central (RMC) estende la protezione dei dati al di fuori dell’array.
  • Le capacità di automazione di 3PAR StoreServ Management Console (SSMC) sono state estese per aumentare l’agilità di business.

 

Data Center All Flash è oggi la nuova normalità e i clienti hanno realizzato che il solo storage All Flash non è in grado di indirizzare le esigenze che emergono dalla ‘terza ondata’ dell’evoluzione flash. Le nuove necessità vanno oltre le performance o il costo del singolo array flash, pertanto i produttori di storage all-flash devono aiutare i clienti a semplificare le operazioni all’interno del data center, mitigare i rischi dall’edge fino al core e al cloud, e supportare la trasformazione dell’hybrid IT. Le novità di HPE 3PAR annunciate oggi forniscono ai clienti una soluzione in grado di soddisfare le future necessità, offrendo supporto delle applicazioni native su cloud, orchestrazione a livello di intero datacenter, ridondanza Tier-1 e un percorso trasparente verso le tecnologie emergenti come Storage Class Memory (SCM) e NVM Express (NVMe).

“I clienti considerano lo storage all-flash solo come una componente di una strategia di hybrid IT”, ha dichiarato Bill Philbin, senior vice president, Data Center Infrastructure Group di Hewlett Packard Enterprise. “3PAR è un array best-in-class, ma noi andiamo oltre per ottimizzare l’intero stack e garantire la mobilità dei dati attraverso i vari sistemi, un approccio che ci ha permesso di crescere più velocemente del mercato negli ultimi 18 mesi”.1

Una strada assicurata verso il futuro con meno costi e più prestazioni

I cicli di refresh tecnologico dello storage si stanno allungando proprio mentre la tecnologia flash sta cambiando più rapidamente che mai. Per questo motivo HPE ha scelto per la propria architettura 3PAR un design destinato a durare nel tempo. La recente tech preview di 3PAR 3D Cache per l’iper-accelerazione flash, attraverso SCM su NVMe, per esempio, consente di visualizzare come la soluzione sia in grado di supportare facilmente nuove tecnologie.

La nuova funzione 3PAR Adaptive Data Reduction (ADR), per esempio, è in grado di ridurre la capacità necessaria del 75%.2 Integrando funzioni di compressione e deduplicazione in-line, ADR può essere applicata selettivamente sfruttando la sua intelligenza che permette di evitare lo spreco di risorse di sistema. ADR va oltre la semplice compressione grazie all’esclusivo algoritmo 3PAR Data Packing che organizza le operazioni di scrittura dei dati, in modo da evitare i processi garbage-heavy che appesantiscono gli altri storage array flash.

La nuova versione di 3PAR OS permette inoltre di:

  • Accelerare le applicazioni che utilizzano iSCSI per ridurre fin del 40% i tempi di latenza grazie all’ottimizzazione di 3PAR Express Writes.3
  • Supportare meglio i deployment di cloud computing con aggiornamenti dedicati a iSCSI che comprendono un ampliamento della connettività host e IP networking multi-tenant.
  • Servire un maggior numero di workload con gli aggiornamenti di 3PAR File Persona che raddoppiano la scalabilità, automatizzano il provisioning e consentono il file sharing tra protocolli differenti.

Tutti questi vantaggi sono disponibili senza spese aggiuntive con la nuova licenza all-inclusive che semplifica il processo di acquisto e riduce i costi fin del 30%.4 L’iniziativa HPE 3PAR Flash Now permette inoltre di acquisire un flash array 3PAR aggiornato e completo networking e protezione dati al costo di pochi centesimi al mese per gigabyte utilizzabile attraverso un modello a consumo cloud-like.

Un data center all-flash ad alta ridondanza dal core al cloud fino all’edge

Con la migrazione dei workload critici verso la tecnologia flash, mitigare il rischio diventa essenziale. HPE riduce i rischi dei deployment IT ibridi a partire dal failover trasparente di applicazioni e host nel core del data center mediante HPE 3PAR Peer Persistence, dotato ora di supporto per tre data center in modo da consentire l’implementazione del disaster recovery su distanze maggiori.

Per proteggere i dati al di fuori dell’array, HPE Recovery Manager Central (RMC) permette di creare trasparentemente snapshot gestiti dalle applicazioni e movimentare i dati da 3PAR verso sistemi HPE StoreOnce secondari. La nuova versione di RMC vanta backup 23 volte più veloci5 e operazioni di ripristino 7 volte più rapide rispetto al più diffuso backup ISV a fronte di consumi di CPU 9 volte interiori,6 minimizzando così l’impatto dei backup sui server applicativi. Grazie alla licenza all-inclusive, RMC viene fornito con gli array 3PAR senza costi aggiuntivi. RMC può inoltre far risparmiare fino a mezzo milione di dollari in tre anni rispetto ai processi di backup ISV tradizionali.7

All’interno di un giusto mix di storage on-premises e off-premises, i dati protetti dai sistemi HPE StoreOnce possono essere ora replicati sul cloud attraverso il software HPE StoreOnce VSA su Microsoft Azure con il supporto di HPE Recovery Manager Central, Data Protector e altre diffuse applicazioni di backup.

Estendendo la protezione dei dati all’edge computing e al Software-Defined Storage (SDS), HPE ha annunciato anche Peer Copy, una funzione di copy management all’interno di RMC che consente la movimentazione bidirezionale dei dati snapshot tra StoreVirtual VSA e gli array 3PAR. I clienti possono utilizzare Peer Copy con le nuove reference architecture StoreVirtual VSA Ready Node basate su server HPE ProLiant per proteggere facilmente le risorse SDS in ambienti come sedi remote o uffici distaccati.

Automazione per l’agilità dal data center al data service

HPE integra in modo costante funzionalità di automazione e analisi cloud-based nei tool di gestione 3PAR, a completamento dell’integrazione in  HPE OneView e HPE Synergy, a supporti dei clienti che adottano l’hybrid IT per velocizzare il delivery di servizi.

La nuova HPE 3PAR StoreServ Management Console (SSMC) è in grado di automatizzare e schedulare migrazioni di dati su vasta scala verso un massimo di 24 unità 3PAR o sistemi storage supportati di terze parti. SSMC è ora dotata di integrazione con HPE Smart SAN per eseguire lo zoning SAN di reti Fibre Channel in modo totalmente automatico con un solo click: un accorgimento che riduce del 90% il lavoro di fabric provisioning.8 Gli aggiornamenti al portale per la cloud analytics HPE StoreFront Remote offrono ai clienti 3PAR consigli basati su best practice per ridurre proattivamente il rischio, gestire gli aggiornamenti software e pianificare la capacità.

Disponibilità e prezzi

La nuova generazione del sistema operativo HPE 3PAR (3PAR OS 3.3.1) sarà disponibile in tutto il mondo nel primo trimestre 2017 senza costi aggiuntivi per il clienti 3PAR con contratti di assistenza validi.

HPE StoreOnce VSA for Azure sarà disponibile nel primo trimestre a partire da 1.400 dollari.

HPE Peer Copy e HPE Recovery Manager Central saranno disponibili nel secondo trimestre 2017 in tutto il mondo senza costi aggiuntivi per i clienti 3PAR e StoreVirtual VSA con contratti di assistenza validi.

Note:

  1. Secondo IDC Q3 2016 Disk Tracker
  2. In base ai termini e alle condizioni della garanzia Get Thin https://www.hpe.com/us/en/resources/storage/get-thinner.html
  3. In base a test prestazionali interni di HPE che hanno misurato la latenza di scrittura iSCSI prima e dopo le operazioni Express Write
  4. In base al passaggio verso un modello di licenza tutto compreso e calcolando i risparmi offerti dalla compressione e da altre tecniche adattative per la riduzione dei dati
  5. In base a test interni di HPE per confrontare le performance di backup tra ambienti HPE Recovery Manager Central for VMware e software di backup tradizionale non-HPE
  6. In base a test interni di HPE per confrontare le performance di ripristino e i consumi di CPU tra HPE Recovery Manager Central for file systems e software di backup tradizionale non-HPE.
  7. Risparmio sui costi di licenza nell’arco di 3 anni usando HPE RMC rispetto a software di backup tradizionale non-HPE
  8. In base a test effettuati da Demartek su Fibre Channel Gen 6: http://www.demartek.com/Demartek_Emulex_LPe32000_Gen6_FC_Evaluation_2016-03.html

Informazioni su Hewlett Packard Enterprise

Hewlett Packard Enterprise ê un’azienda leader nel settore delle soluzioni tecnologiche che rende possibile ai clienti arrivare più lontano più velocemente. Grazie al più completo portafoglio di offerta del settore, con soluzioni che spaziano dal cloud, al data center, fino alle applicazioni per il lavoro in mobilità, la nostra tecnologia e i nostri servizi aiutano clienti di tutto il mondo a rendere l’IT più efficiente, più produttivo e più sicuro.

Annunci