Curare l’incontinenza delle feci con le terapie più all’avanguardia

Nella maggior parte delle persone lo sfintere funziona correttamente, mentre non è così per una piccola parte della popolazione complessiva (si calcola l’1 o 2% circa) che soffre di incontinenza fecale.

La fuoriuscita non controllata e involontaria di sostanze solide, liquide o gassose dall’intestino può interessare, a vario titolo e per varie cause, tutte le fasce di età. Il pensiero probabilmente corre ai bambini, che spesso soffrono di problemi di questo tipo, ma l’incontinenza nei più piccoli avviene per motivi molto diversi rispetto a quella negli adulti.

Diverso è anche l’evoluzione temporale: mentre infatti alla fine i bambini impareranno ad acquisire il controllo dello sfintere e dunque non soffriranno più di questo problema, gli adulti che più o meno improvvisamente si trovano a dover fare i conti con l’incontinenza fecale difficilmente ne guariranno da soli.

Banner THD

Le persone adulte inoltre possono sperimentare un peggioramento dei sintomi, della frequenza e dell’intensità degli episodi di incontinenza se non si affidano alle cure mediche del caso; per questo è importante non indugiare e rivolgersi il prima possibile a un medico (meglio se uno specialista) per la diagnosi corretta e le terapie del caso.

Tra i rimedi più risolutivi attualmente a disposizione ricordiamo THD GateKeeper, metodo che affronta l’incontinenza feci con una terapia chirurgica minimamente invasiva e dal decorso post-operatorio che non presenta in genere alcuna complicazione. Scopri di più sul sito incontinenzafecale.it.

 

Annunci