5 consigli per godersi Bibione anche in inverno

Passata la frenesia dell’estate, il mare e le spiagge affollatissime, le vacanze a tutta velocità, l’autunno e l’inverno ispirano relax: un buon libro, un camino acceso, magari un bicchiere di vino e gli affetti della famiglia sono tutto quel che si può desiderare. Ma, se si ha la fortuna di poter sfruttare qualche giorno di ferie in bassa stagione, le località di mare assumono un fascino unico quando cessano di essere i luoghi della follia di massa e si trasformano in angoli solitari e silenziosi, dove si può godere appieno la quiete e la bellezza della natura, nel suo mostrarsi più vero e semplice.
Otto lunghissimi e silenziosi chilometri di spiaggia, dai colori mozzafiato nei tramonti invernali, canneti e sentieri dell’interno selvaggio: questa è l’incredibile Bibione invernale.
Ecco cinque, speriamo utili, idee, per godere appieno del contatto con la natura in massimo relax.
1. Concedersi una lunga passeggiata nelle distese dei campi del Lido dei Pini: addentrarsi nella natura e raggiungere uno dei punti in cui il fiume Tagliamento finisce la sua corsa in mare, sarà un’esperienza a tratti mistica.
2. Una visita al vecchio faro alla foce del Tagliamento: simbolo della luce che guida i naviganti, i fari sono una visione unica, specie quando, come in questo caso, si stagliano su una distesa di sabbia lunga e deserta, con il solo rumore del mare che si infrange sulla battigia, a spezzare l’incredibile silenzio.
3. Una gita in Valgrande, dove, un mondo incontaminato vi accoglierà in questa estesissima valle da pesca, intonsa e protetta, immergendovi in un mix meraviglioso fatto di canneti, boschi di lecci secolari, daini e cavalli che vivono allo stato brado. L’area comprende una serie di sentieri naturalistici, che si estendono per circa 10 chilometri, che potrete scegliere di percorrere a piedi, in bici o a cavallo.
4. Regalarsi la bellezza antica dei mosaici: sempre a Valgrande, vicino al Motteron dei Frati, dove troverete anche delle indescrivibili dune alte oltre 10 metri, si possono ammirare i resti di un’antica villa marittima romana, al cui interno sono conservati bellissimi mosaici.
5. Camminare nel paradiso naturale di Bibione Pineda: circondarsi da centinaia di pini marittimi, potrete trovarvi in un  vero paradiso, perfetto per gli amanti dell’ecoturismo. Qui, la spiaggia e la laguna si incontrano, i nomi delle strade sono quelli dei fiori e delle piante e le orchidee la fanno da padrone. Un posto di rara magia.
Se vi abbiamo allettato, e decidete di passare qualche giorno a Bibione, potete soggiornare in un suggestivo, raffinato ed elegante albergo Bibione, il Cà d’Oro, dove potrete rilassarvi, dopo una giornata immersi nella natura.

Annunci