QNAP e Arduino insieme per offrire il cloud privato agli sviluppatori IoT

QNAP® Systems, Inc. ha annunciato oggi la partnership con Arduino – leader negli ecosistemi open-source per formatori, creatori e sviluppatori IoT – per fornire agli sviluppatori IoT la possibilità di elaborare e archiviare in modo sicuro i dati locali con connettività estesa, utilizzando un’ampia gamma di hardware Arduino con QNAP NAS. Il software QIoT Suite Lite (con tecnologia container) sarà “Arduino ready” dal primo trimestre 2017, e potrà fornire agli sviluppatori grandi possibilità di deploy e archiviazione di elevate quantità di dati generati dalle applicazioni IoT.

“Questa partnership sta fornendo ai Maker IoT la possibilità di creare o scaricare applicazioni di terze parti eseguibili su QNAP nel proprio cloud IoT”, ha affermato Kathy Giori, VP del settore Operations, Arduino. “Gli sviluppatori IoT devono essere in grado di connettersi e di archiviare vari tipi di dati, e, considerata la mancanza di standard concordati per gli ecosistemi e il timore di inviare qualsiasi cosa nel cloud, l’open source, unitamente all’elaborazione e l’archiviazione locale, diventa fondamentale. Oltre alle porte Ethernet e USB dirette di QNAP, gli sviluppatori possono usare le piattaforme Arduino Yun o Tian per connettersi ai dispositivi IoT tramite Wi-Fi e BLE (Bluetooth Low Energy). Come protezione, possono essere incluse altre connettività, come LoRa. Le board Arduino con funzionalità QNAP consentono di creare e implementare facilmente soluzioni IoT creative. Gli utenti possono installare sia i prodotti IoT commerciali sia i widget basati su Arduino, progettati per uso personale, quindi potranno creare una propria logica su QNAP per collegare le cose insieme.”

“Arduino fornisce una tecnologia microcontroller aperta e a basso costo, sempre più utilizzata e sviluppata dai Maker per creare esclusivi dispositivi IoT”, ha affermato YT Lee, VP di QNAP. “Continuiamo ad offrire possibilità di archiviazione ed elaborazione di dati high-end, con una UI facile da usare, consentendo agli utenti di connettersi e visualizzare i dati generati dai progetti IoT. Dallo streaming di fotogrammi di videocamere IP ai sistemi audio di fascia home, sensori, applicazioni smart, blocchi e sicurezza, gli oggetti connessi generano svariati tipi di dati, con la necessità di essere archiviati per lunghi periodi di tempo o per pochi giorni. L’archiviazione, sebbene spesso in background, rappresenta una componente fondamentale dell’IoT”.

Arduino Yun e Tian consentono la connettività Wi-Fi e BLE, collegando sensori wireless e dispositivi IoT a QNAP NAS, che supporta Ethernet e USB. Le nuove piatteforme Arduino Uno Wi-Fi, Star Otto e Primo possono essere connesse in wireless a Yun o Tian, fornendo agli sviluppatori svariate opzioni durante lo sviluppo di soluzioni IoT commerciali.

QIoT Suite Lite fornisce diversi protocolli e applicazioni dashboard che consentono agli sviluppatori di usare i sensori su board di sviluppo e di distribuire applicazioni quali Node-RED e Freeboard su QNAP NAS. I dati ricevuti dai sensori possono essere trasmessi a QNAP NAS utilizzando vari protocolli (MQTT, CoAP, ecc.), mentre gli utenti, da remoto, monitorano l’ambiente domestico tramite la dashboard.