IBM libera la potenza del machine learning con Watson Data Platform

logoIBMOffre il motore di inserimento dati più veloce al mondo e machine learning as a service per accelerare l’adozione dell’intelligenza artificiale per il business

Las Vegas, 3 novembre 2016 – IBM (NYSE:IBM) ha annunciato IBM Watson Data Platform per aiutare le aziende a ricavare dati dagli insight di maggior valore. La piattaforma offre ai professionisti che lavorano con i dati in azienda il motore di inserimento dati più veloce al mondo, la capacità di prendere decisioni basate sulla tecnologia cognitiva e di collaborare sulla piattaforma IBM Cloud utilizzando i servizi che desiderano. IBM offrirà, inoltre, il servizio IBM Watson Machine Learning, mettendo a disposizione il machine learning tramite un’interfaccia self-service semplice e intuitiva.

Il machine learning è incredibilmente potente, ma molti tra i professionisti non hanno ancora le competenze per sfruttarlo al meglio né la possibilità di collaborare efficacemente sui diversi set di dati” spiega Bob Picciano, Senior Vice President, IBM Analytics. “Watson Data Platform aiuta l’utente con un sistema cognitivo nella creazione di modelli di machine learning, velocizzando significativamente l’estrazione di insight a partire dai dati. Inoltre, consente di accedere da un unico ambiente di lavoro ai servizi di machine learning e ai diversi linguaggi, in modo che chiunque, dagli sviluppatori di app fino ai Chief Data Officer, possa collaborare facilmente per massimizzare il valore dei dati, porre domande più precise e utilizzare più efficacemente gli insight ricavati“.

Watson Machine Learning – Basato su Apache Spark – da un lato costruisce automaticamente e in modo intelligente i modelli a partire dai dati strutturati e non strutturati e dalle librerie di machine learning e al tempo stesso ne accelera l’implementazione nelle attività aziendali. La tecnologia brevettata Cognitive Assistance for Data Science valuta ogni algoritmo di machine learning rispetto ai dati forniti, consigliando l’abbinamento ottimale a seconda delle esigenze. Inoltre, include il più ampio set di algoritmi disponibile sul mercato.

Aumentare l’impatto dell’intelligenza artificiale sul business stimolando la collaborazione
Secondo un recente sondaggio pubblicato da Harvard Business Review, l’80% delle aziende ritiene che l’incapacità dei team di lavorare insieme sui dati comuni freni la possibilità di un’azienda di raggiungere i propri obiettivi entro i tempi stabiliti.1 I professionisti dei dati lavorano in silos, hanno seguito percorsi di formazione diversi, non dispongono di una visione coerente dei dati e passano troppo tempo a raccogliere e pulire i dati. Watson Data Platform aiuta ad affrontare questi problemi.

La piattaforma aumenta infatti il livello di collaborazione fra i diversi professionisti dei dati, quali data scientist e data engineer, analisti di business e sviluppatori, consentendo loro di lavorare insieme su un set di dati, applicando i linguaggi, i servizi e gli strumenti che preferiscono, e permettendo loro di visualizzare e condividere facilmente in tutta l’azienda gli insight ricavati.

Watson Data Platform capitalizza gli investimenti IBM su Apache Spark, IBM Cloud, cognitive computing e The Weather Company, appoggiandosi inoltre a diverse tecnologie sviluppate da IBM Research. Da oggi, i professionisti dei dati potranno:

  • Caricare in cloud grandi volumi di dati di diverse tipologie, a velocità record – fino a 10 gigabyte al secondo
  • Pulire, modificare e comporre i dati per facilitare la modellazione
  • Aggiungere e rimuovere collaboratori a seconda delle necessità, mantenendo sempre il controllo della versione
  • Fare “drag and drop” di servizi in uno spazio di lavoro dedicato per ottimizzare la produttività e la gestione del tempo.

Grazie a Watson Data Platform, basato su IBM Cloud, le aziende saranno in grado di combinare i propri dati con i dati esterni, utilizzando la governance integrata per gestire i requisiti di elaborazione, di privacy e normativi, mantenendo al tempo stesso il pieno controllo dei propri dati.

Attorno a Watson Data Platform si sta formando un ecosistema in crescita di fornitori di servizi tecnologici, che permette ai professionisti dei dati di utilizzare i linguaggi e i servizi che preferiscono. IBM ha incorporato in Watson Data Platform SQL, Python, R, Java e Scala, insieme ad altri 20 partner per ampliare i servizi della piattaforma.

Disponibilità
Watson Data Platform porta sul mercato “Project DataWorks” ed è immediatamente disponibile su IBM Cloud tramite piani di offerta sia self-service che enterprise, per consentire ai professionisti dei dati di usare gli strumenti che desiderano, quando lo desiderano.

IBM Watson Machine Learning Service partirà con Apache SparkML con l’aggiunta in futuro di ulteriori algoritmi, ed è accessibile tramite Watson Data Platform, come API su IBM Bluemix o su z/OS.
Note:
1 Harvard Business Review, “From Data to Disruption: innovation Through Digital Intelligence

 

###

 

Ufficio Stampa

Morgana Stell

morgana.stell@it.ibm.com

335 7693528

 

Ketchum per IBM

Eros Bianchi

eros.bianchi@ketchum.com

02 62411911