L’esame PET-TAC a Bologna: rapidità e accuratezza delle informazioni

In questi giorni, dal 2 al 6 marzo per la precisione, si sta svolgendo a Vienna l’ECR 2016, ovvero il congresso della Società Europea di Radiologia. I migliori specialisti del vecchio continente, riunitisi nella capitale austriaca, sono chiamati a interrogarsi sulle nuove prospettive del loro campo medico di appartenenza, tra sfide, possibilità e innovazioni tecnologiche.

A proposito di tecnologia, consistenti passi in avanti sono stati compiuti negli anni più recenti mediante l’introduzione di sistemi “ibridi” nella diagnostica per immagini. L’esempio più emblematico è rappresentato dai dispositivi PET-TAC che, combinando due tecnologie differenti (la TAC da una parte, la tomografia a emissione di positroni dall’altra), permettono di ottenere importantissime informazioni sul paziente.

Logo del Poliambulatorio Dalla Rosa Prati

Nello specifico, la TAC rileva preziosi dati riguardanti le caratteristiche morfologiche degli organi e dei tessuti, mentre la PET ricava informazioni sulle loro funzionalità: due aspetti che, combinati insieme, sono preziosi per ambiti medici quali in particolare l’oncologia e la cardiologia. E già si parla anche di PET-RM, esame che unisce la tomografia a emissione di positroni con la risonanza magnetica, che sta pian piano diffondendosi.

Ma torniamo alle tecnologie attualmente a disposizione di tutti i cittadini: nei dintorni di Bologna la PET-TAC è un esame effettuabile presso il Poliambulatorio Dalla Rosa Prati, che offre le tecnologie di diagnostica per immagini più aggiornate e consulenze mediche di alto livello. Per informazioni: 0521 29.81.

Annunci